«Architetto sia l'ingegniero che discorre». Ingegneri, architetti e proti nell'età della Repubblica PDF

Abbiamo conservato per te il libro «Architetto sia l'ingegniero che discorre». Ingegneri, architetti e proti nell'età della Repubblica dell'autore Richiesta inoltrata al Negozio in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web equilibrifestival.it in qualsiasi formato a te conveniente!

Equilibrifestival.it «Architetto sia l'ingegniero che discorre». Ingegneri, architetti e proti nell'età della Repubblica Image

DESCRIZIONE

Le costruzioni realizzate in età storica si basano su saperi e su forme di divisione e di organizzazione del lavoro da cui è assente la figura dell'architetto rinascimentale, inteso come colui che progetta un edificio e ne controlla la realizzazione eseguita dai diversi tipi di maestranze. La storia dell'architettura è segnata dalla separazione tra architettura "colta" e architettura "minore". I saggi contenuti nel volume tracciano un profilo dei ruoli esercitati nei cantieri pubblici, in quelli privati o in quelli religiosi, da architetti, ingegneri, maestranze intermedie e periti e individuano le mansioni che definiscono le conoscenze necessarie a fondare le competenze di un architetto e a distinguerle da quelle di un ingegnere.

ISBN: 9788831784498

DATA: 2004

AUTORE: Richiesta inoltrata al Negozio

DIMENSIONE: 10,58 MB

NOME DEL FILE: «Architetto sia l'ingegniero che discorre». Ingegneri, architetti e proti nell'età della Repubblica.pdf

SCARICARE
LEGGI ONLINE

«Architetto sia l'ingegniero che discorre». Ingeneri ...

«Architetto sia l'ingegniero che discorre». Ingegneri, architetti e proti nell'età della Repubblica è un libro pubblicato da Marsilio nella collana Saggi

Calcolo on-line compenso professionale Architetti e Ingegneri

Martina Frank, I proti veneziani del Seicento: considerazioni su vicende private e istituzionali, in «"Architetto sia l'ingegniero che discorre". Ingegneri, architetti e proti nell'età della Repubblica», a cura di G. Mazzi, S. Zaggia, Venezia 2004, 125.152; Eadem, Baldassarre Longhena, Venezia 2004, 124, 129.