Equilibri 2016

 

Maggio e Giugno 2016 seguendo il fiume Reno fino a Bologna.

 

 


Spettacoli


Salt’in Circo per Equilibri

Spazio Eco – via dei Mille 26, Casalecchio di Reno (bo) – 20 maggio ’16 ore 21,15

 

cartolina

E’ una rassegna “di varietà” nata in seno all’associazione culturale Arterego, per pubblicizzare e diffondere le arti di strada, il teatro comico ed il nuovo circo, per dare un palco ad artisti affermati che vogliono provare numeri nuovi o ad artisti che un palco non l’hanno mai avuto.
La puntata zero risale al 9 febbraio 2010 come Salt’in Blogos sul palco dell’ omonimo centro giovanile, ora Spazio Eco. L’evento nato come alternativa alla proposta culturale del territorio bolognese è diventato negli anni un appuntamento stabile sia per il pubblico che per gli artisti, che si prestano a dare il loro contributo con entusiasmo. Un format live adatto ad un pubblico di tutte le età.
Con Salt’In Circo ed eventi come il Festival “Equilibri” siamo riusciti a concretizzare la formula ad entrata libera e gratuita e ad uscita “Liberamente a Cappello”, un modo di autofinanziamento libero e spontaneo da parte del pubblico per tutti i progetti sociali che la nostra associazione sposa e sostiene. Un modo etico per promuovere e sostenere le dinamiche di cui il circo teatro italiano necessita di questi tempi.
Per l’ultimo appuntamento della stagione, come da tradizione, si esibiranno assieme ad artisti affermati anche gli allievi della Scuola di Circo di Arterego accompagnati per l’occasione dalle piccolissime danzatrici della Maestra Giulia Tacconi, sarà questa un anteprima del Galà di Piccolo Circo che si terrà l’11 giugno allo Spazio Eco.


Gentlemen

Teatro Comunale – Via G. Matteotti 1, Marzabotto (bo) – 01 giugno ’16 ore 21,00

 

3 bambini prima, 3 ragazzi poi, infine 3 uomini … 3 futuri gentlemen che compiono i loro riti di passaggio per abbandonare l’immagine infantile e guadagnarsi finalmente quella di uomo. Un passaggio emozionante giocato tra delusioni e scoperte, tra stereotipi e motti : tanto gli uomini sono tutti uguali! …Ma ci sono ancora i gentiluomini al giorno d’oggi? E il gentil sesso è sempre così gentile con loro? Crescere e scoprire che i valori di riferimento stanno cambiando. Forse oggi gli uomini rimangono tali anche quando si discostano dai solchi arati dai propri padri e il punto di incontro col mondo femminile non può che passare attraverso la tappa obbligata dell’amore. Dall’incontro di 3 attori con diverse competenze che vanno dal teatro fisico alla giocoleria, dalla comicità al teatro d’attore, nasce uno spettacolo tutto al maschile per giocare sulla difficoltà di crescere e sul concetto di virilità per riderci sopra.

Con Federico Benuzzi, Luca Comastri e Alberto Pullini.
Drammaturgia e regia Alessandra Cortesi.
Video Alberto Pullini


Il Soffio Magico

Spazio Eco – via dei Mille 26, Casalecchio di Reno (bo) – 03 giugno ’16 ore 21,00

 

il soffio magico

La magia é presente anche nelle persone in cui meno ce lo aspettiamo…
Sin da piccoli ci accompagna, poi si perde, altre volte si ritrova, o forse é sempre lì pero impercettibile.
Effimera e delicata come una bolla di sapone.Tra incontri e scontri i due buffi personaggi condurranno il pubblico nel magico
mondo delle bolle variopinte, bolle di fumo, giganti, minuscole, volanti, luminose con effetti magici comici e una storia sorprendente.
Uno spettacolo senza parole, cui unico linguaggio é quello corporale.
Sará come vivere un sogno ad occhi aperti in cui le bolle danzano e piovono dal cielo.
Adatta per lasciar a bocca aperta i piú piccini, divertire i genitori ecommuovere i nonni, insomma per tutta la famiglia!

Bubble On Circus
é una compagnia di teatro nata dalla ricerca di concetti innovativi.
Si appoggia su una lunga esperienza nel mondo dello spettacolo e sulla conoscenza di arti circensi, della magia e del teatro comico.
Gli attori integranti della compagnia Mariano Guz ed Egle Sciarappa hanno presentato i loro spettacoli in piú di 15 Paesi come:
Italia, Francia, Giappone, Argentina, Spagna, Corea del sud, Germania, Svizzera, Cina, Austria, Olanda, Portogallo, Cile ed altri.
Nel 2015 lanciano la loro última creazione: Il Soffio Magico, che offre un nuovo modo di avvicinarsi al mondo delle bolle di sapone.


Kaboom

Palco centrale della fiera di Sala Bolognese (bo) – 10 giugno ’16 ore 21,00

 

sala_10giugno

“Kaboom è uno spettacolo di “Teatro Circo Cabaret” per tutte le età e tutti gusti poichè passa dalla giocoleria all’equilibrismo, dalla magia alla comicità, dal teatro all’acrobatica.
Kaboom, con il puro scopo di intrattenere, finisce per ammaliare, letteralmente!
Grazie alla varietà di artisti che racchiude è uno spettacolo che si realizza bene nelle situazioni più disparate, che siano piazze o teatri, e questo è possibile grazie alla gioia di questi artisti che si rincorrono tra un numero e l’altro in un alternarsi di situazioni divertenti ed emozionanti.

Kaboom nasce in seno all’associazione Arterego, da anni attiva nel campo del circo, del teatro e del cabaret, questo connubio di stili ha portato all’incontro e alla fusione di un considerevole gruppo di artisti, unito dalla passione per le arti circensi e teatrali e che ha trovato in quest’associazione una “patria” dove esprimersi liberamente e promuovere nonchè divulgare la propria arte e passione, lo spettacolo! in Kaboom troverete giocolieri, funamboli, equilibristi, comici, saltimbanchi maghi e affabulatori ma, soprattutto, divertimento e stupore.”


Galà Piccolo Circo

Spazio Eco – via dei Mille 26, Casalecchio di Reno (bo) – 11 giugno ’16 ore 18,00

 

Dal 2010 Arterego inizia a diffondere le attività circensi e teatrali anche attraverso una propria Scuola di Circo. Inizialmente pensata per bambini ed adolescenti dalla stagione 2014/15 si è aperta anche ad un pubblico adulto, proponendo principalmente stage intesivi rivolti sia a professionisti che ad amatori delle arti sceniche.
Fin dalla prima edizione, al Piccolo Circo, così è definita la sezione dedicata agli allievi con massimo 15 anni di età, viene dedicata una parte della serata dell’ultimo Cabaret della Stagione, ora Salt’in Circo, così da poter toccare con mano l’esperienza di uno spettacolo vissuto da dietro le quinte ma con un pubblico “vero” e soprattutto, condividere con artisti già affermati il proprio percorso di crescita di “Piccolissimo Artista”.
Per l’edizione 2016 di Equilibri abbiamo dedicato un intero spettacolo alle abilità di questi artisti in erba, lasciando a loro la creazione dei singoli numeri, la presentazione e la messa in scena, insomma uno spettacolo da grandi fatto solo di bambini!


Mata Bicho

Concerto – Piazza del Popolo, Casalecchio di Reno (bo) – 11 giugno ’16 ore 19,30

IMG_0300

Mata-Bicho è un’orchestrina itinerante che a suon di grattugia,diamonica, tromba e contrabbasso.
Attraversa l’Oceano Atlantico inseguendo ritmi afroamericani.


Gran Galà di Circo

Teatro Laura Betti – Piazza del Popolo 1, Casalecchio di Reno (bo)

11 giugno ’16 ore 21,00

Artisti


Francesca Mari

Francesca Mari

Elaborato di antipodismo con palloni su trinka mobile. Un divano con ruote e una cascata di palloni. Giocoleria stravagante. Tutto pattinando su una panchetti dormouse stile ottocento. E poi la musica del grande Mozart. La base ideale di questo elaborato è stravolgere e vedere sotto un’altra luce l’antipodismo con i palloni.


Indaco Circus

Indaco Circus

Rechazos y Caidas è uno spettacolo poetico dove il tema dell’amore del rifiuto e delle relazioni si esprimono attraverso un linguaggio non convenzionale, quello dell’acrobatica e della giocoleria. Uno show di circo contemporaneo ad alto impatto emotivo adatto ad ogni tipo di pubblico.


Teresa Bruno

Teresa Bruno

Una serie di gag comiche, in cui emerge il lato buffo e allo stesso tempo delicato dell’essere umano. Uno show dove il silenzio é il tappeto sopra il quale scorrono dei pneumatici domati dalla protagonista come se fossero belve feroci di un circo, dove il silenzio lascia spazio al sogno e all’immaginazione….
Una storia con tratti esilaranti e poetici, all’ombra di un attaccapanni gigante, a cui sono appese le fantasie di una donna.


Andrea Sperotto

sperotto

E’ nato nella campagna trevigiana di asolo, dove i racconti di hoffmann erano le colonne sonore più ascoltate durante la sua infanzia. a 18 anni ha fatto i bagagli, ha detto “ciao mamma, ciao papà, io me ne vado a torino a fare la scuola di circo”. terminata la flic,scuola di torino parte poi in francia a lille per seguire la formazione di lemme.


Marta

marta

Una serie di dialoghi danzati in equilibrio sopra l’equilibrio che raccontano una surreale, misteriosa e stravagante storia d’amore con un’Ananas.


Giuseppe Vetti

beppe

” Giuseppe Vetti, clown, conduttore, capricorno. così ridicolo da risultare serio, così serio da risultare ridicolo: dipende dalle circostanze. Fa anche parte della compagnia Duodorant


Buskers

Piazza del Popolo, Casalecchio di Reno (bo) – 12 giugno ’16 dalle ore 17,00

Fausto Giori in “Demenzio”

demenzio.jpg

Funambolo dell’improvvisazione, acrobata dell’illusione, clown e moderno ciarlatano. Questo folle e muto mattatore vi farà fluttuare assieme a lui in un comico e originale spettacolo dove realtà e logica cambiano i propri connotati fino a trasformarsi in un girotondo nel quale apparenza, ingegno e creatività si rincorrono incessantemente ruotando attorno all’essenza stessa del gioco. Montate fiduciosi sulla sua catapulta e fatevi sparare negli angoli più nascosti di questo magico caleidoscopio che altro non è se non il regno delle forti emozioni! Uno spettacolo da non perdere!


Teodor Borisov in “Grande Lupo Bulgaro”

teodor

Spettacolo vincitore dell’edizione 2014 del “Premio italiano per artisti di strada – la catena di Zampanò”.
“Grande Lupo Bulgaro” è uno spettacolo di Marionette di legno, scolpite e manovrate dal maestro!
Sette micro-drammaturgie non collegate tra loro compongono la rappresentazione, ma ogni una racconta una idea meravigliosa!

 

Casa de Tábua

Teatro Laura Betti – Piazza del Popolo 1, Casalecchio di Reno (bo)

12 giugno ’16 ore 20,30

casa de tabua

La casa, come luogo dove abitano i sogni, i sogni dei bambini che si affrettano a chiudere le finestre delle loro casette per potersi nascondere per gioco. Nelle favole, la casa di legno è una di quelle più fragili che vola via con un soffio.
L’adulto invece la Casa de Tábua la costruisce per necessità, mette insieme i legni che trova, i resti di lamiere, vivendo in quello spazio dove si può a malapena dormire. Forse se non si dicesse ai bambini che lì abita la miseria, loro potrebbero dire che le favelas sono un insieme di casette dove si può giocare; ed è vero, perché l’infanzia cresce anche lì, giocando magari con i chiodi sporgenti, guardando la luce riflessa che passa dalle fessure delle tavole di legno incrociate quasi per caso……
Quale bambino non ha mai immaginato che quella stessa casa potesse muoversi e seguirlo senza farsi vedere? Io l’ho immaginato…!
Lo spettacolo vuole essere un omaggio comico ai luoghi segreti dove giocare, ai vicoli pieni di vita delle grandi città, all’uomo che porta appresso la propria casa, al clown per la sua arte di essere comico e all’attore come il
riflesso artistico della stupidità umana.

creato, diretto e interpretato da André Casaca e Irene Michailidis
assistenza alla regia Teresa Bruno e Stefano Marzuoli
musiche Érik Satie
esecuzione al Pianoforte e strumenti vari Irene Michailidis
scenografie Rossella Geraldi
oggetti di scena Marie Eve Potel
macchine di scena Silvano Costagli
costumista Federica Novelli
produzione Teatro C’art


Matu y Pandilla

Concerto – Piazza del Popolo, Casalecchio di Reno (bo) – 12 giugno ’16 ore 22,00

Esiste un viaggio, fra le note delle radici latine e dei viaggiatori
che vogliono salire sulla barca e condividere il cammino per sentirsi a casa, ovunque.


Storie appese a un filo

Parco di Villa Angeletti, via dei Carracci, Bologna – 12 giugno ’16 ore 18,00

 

Piove. E Lu è terrorizzato dal temporale. Per di più, incombe su di lui la terribile Brontofobicosa. Per sconfiggerla Lu, accompagnato dalla bizzarra Le, intraprenderà un viaggio tra le sue stesse paure e, appesi al filo sottile della fantasia, strambi personaggi prenderanno vita: buffi pagliacci, robot con una caffettiera al posto della testa, fantasmi canterini, sensuali ballerine, minuscoli artisti di legno,… scorteranno Lu su un sentiero lastricato di storie. Chissà poi che aspetto ha, la Brontofobicosa…

con Gianluca Palma e Mariasole Brusa


Formazione

Una proposta di laboratori e percorsi di formazione, rivolti ad amatori e professionisti delle arti sceniche.


 


 

acrodanza daniele sorisi

Acrodanza – 2-3-4 maggio – Leggere Strutture Social Factory

con Daniele Sorisi

Lo scopo del workshop è quello di imparare nuove tecniche e metodi per creare materiale acrobatico anche in solitario ed ingrandire il proprio vocabolario di movimenti.
Per prima cosa impareremo un vocabolario base, uguale per tutti, per poi concentrarci sul modificare e valorizzare i movimenti in base alle proprie caratteristiche e potenzialità.
I movimenti saranno semplici e ci serviranno per scoprire insieme un inaspettato metodo di ricerca.
Si consiglia di presentarsi con una base di acrobatica, ma soprattutto energia…perché ne servirà!

Daniele Sorisi
Nato a Firenze, Daniele è figlio unico e per rompere la monotonia e la solitudine di questa situazione, durante l’infanzia inizia a sviluppare una passione per ogni genere di gioco, coinvolgendo nei suoi scherzi chiunque gli capiti a tiro.
Per tutta l’ adolescenza mantiene un carattere molto trasgressivo e incredibilmente agitato finché, all’ età di 16 anni, inizia a catalizzare tutte le sue energie nel circo.
Si iscrive a Torino alla Scuola di Circo Flic e pratica ed esperimenta molte discipline circensi, che nella maggior parte dei casi ama usare in composizioni e quadri collettivi.
Oggi, dopo 10 anni di passione per il circo non scema la sua voglia di imparare e condividerne l’esperienza.
E’ sull’onda di questa passione che diventa fondatore della Compagnia MagdaClan.
Oggi è insegnante alla FLIC Scuola di Circo di Acrodanza e Acrobatica.

Info
2-3-4 maggio, dalle 10 alle 13
Leggere Strutture Social Factory, Bologna, Via Mario Fantin 15
minimo iscritti: 8 / massimo iscritti: 20
COSTO: 80€+15€ tessera associativa


 

movimento coppia_stefano scheda magdaclan giulio elena

Il mio Limite, la mia Risorsa. Stage di Ricerca nel movimento di Coppia – 9-10-11 maggio – Tenda MagdaClan

con Elena Bosco e Giulio Lanfranco

Attraverso metodi di ricerca acquisiti durante gli anni di esperienza Elena e Giulio presenteranno diversi esercizi per stimolare il lavoro di coppia.
L’obiettivo dello stage non è insegnare una tecnica ma donare principi fisici per migliorare e personalizzare il proprio lavoro.
Partendo dal mano a mano, passando per il contact, la danza contemporanea e le arti marziali, verranno esplorati tutti i campi, molto diversi tra loro, ma con un unico punto comune: il contatto tra 2 persone.
Riscaldamento dolce ed individuale. Riscaldamento a coppie.
Per tutta la prima parte di lavoro le coppie continueranno a scambiarsi di partner, solo nell’approfondimento del lavoro specifico della coppia ognuno tornerà a lavorare fisso con il proprio partner.
La prima parte di riscaldamento a coppie si svilupperà con giochi fisici basati sull’istinto di sopravvivenza e sulla lotta.
La seconda parte sarà basata su esercizi di riscaldamento in coppia più tecnici.
Esercizi di ricerca a coppie sulla base di principi fisici da noi dettati nei quali si metterà il focus su come riuscire ad inserire una figura statica o dinamica del mano a mano, cancellandone ogni preparazione e rendendola inaspettata .
Composizione di una frase con gli elementi trovati nella giornata di lavoro.

Elena Bosco e Giulio Lanfranco
Elena ha frequentato la scuola di circo Vertigo di Torino e poi la scuola professionale di circo Le Lido di Tolosa.
Giulio ha frequentato la scuola di circo Flic di Torino e poi la scuola superiore di circo Esac di Bruxelles.
Insieme hanno approfondito lo studio del mano a mano con Pascal Angelier,
Fanno parte della compagnia MagdaClan e fondatori del duo Zenhir.
Insieme hanno partecipato a stage di danza con:
Peter Jasko,Jozef Frucek & Linda Kapetanea ,Martin Kilvady,Anthony Lucky,Milan Tomasik.Milan Herich,Jos Baker,David Zambrano,Ben ‘Fury’,Laura Aris & Jorge Jáuregui,Serena Loprevite,Piergiorgio Milano,Fabian Wixe,Roberto Magro.
Sono attivi nel panorama di circo contemporaneo italiano dal 2006.

Info
9-10-11 maggio, dalle 14 alle 17
Tenda MagdaClan, Bologna, Parco di Villa Angeletti
Lo stage è destinato ad adulti e adolescenti, con buone capacità fisiche, (età minima 15 anni).
E’ consigliato partecipare già in coppia. Comunicare nel caso si è da soli.
Viene richiesto di specificare al momento dell’iscrizione il proprio livello nel mano a mano (base-intermedio-avanzato).
minimo iscritti 8 / massimo iscritti 14
COSTO: 90€+15€ tessera associativa


 

acroyoga irene e semino

Acroyoga – 9-10 maggio – Tenda MagdaClan

con Irene Palanca e Francesco Semino

E’ una pratica sana e divertente che unisce l’armonia dello Yoga, l’equilibrio e l’energia dell’Acrobatica e il rilassante Volo Terapeutico che trae origine dal thai massage. Attraverso la combinazione di queste tre discipline, l’Acroyoga ci dà la possibilità di acquisire, in maniera spontanea, una maggiore consapevolezza di noi stessi e del nostro corpo, sperimentare un profondo senso di unione e fiducia nei confronti degli altri, scoprire nuove capacità, superare limiti e paure, sorridere, imparare a supportare gli altri ed essere supportati e creare una community allegra e stimolante…

Irene Palanca
Acroyoga teacher dal 2015, conosce l’Acroyoga nel 2013 e da quel momento frequenta costantemente workshop e seminari di Yoga, Acroyoga e Thai Massage in Italia e all’Estero per approfondire la pratica. Istruttore di Yoga 200hrs (Centro Samadhi di Firenze), frequenta la formazione Base di Thai Massage presso la Sunshine House in Grecia con KrishnaTaki Economoy e in Messico con Pau Castellsaguè, entrambi insegnanti autorizzati del Sunshine Network fondato da Asokananda.
Il suo percorso di crescita personale inizia con il Rebirthing-Breathwork e il Pensiero Creativo di Louise Hay nel 1998 e da sempre é affascinata dal movimento. Ha praticato sin da piccola vari sport quali la ginnastica ritmica, sci, tennis e Capoeira. Alla continua ricerca dell’armonia, della gioia e dell’integrazione corpo/mente attualmente si dedica con passione ed entusiasmo all’Acroyoga, allo Yoga, al Thai Massage e alla Meditazione. Conduce un corso settimanale a Bologna e organizza e tiene workshop in giro per l’Italia.

Francesco Semino
Laureato in Scienze dello Spettacolo presso l’Università degli studi di Milano. Acroyoga Teacher level 2!
Dopo svariati anni di pratica yoga decide di frequentare il corso di formazione per insegnanti organizzato dalla Sivanandayoga-vedanta forest academy nel 2011. Nel contempo continua a coltivare la sua passione per le arti circensi e nell’anno accademico 2011/2012 segue il 2° corso universitario per le arti circensi applicate alle scienze motorie presso l’Università di Tor Vergata a Roma per completare la sua formazione in operatore circense. Per unire la passione per lo yoga e per le arti circensi si reca Montreal per seguire il corso di formazione per insegnanti di AcroYoga stile Montreal. Nell’estate 2013 consegue il corso di formazione insegnanti in Acroyoga a Barcellona, dove completa la formazione con il massaggio Thai (livello I con il Maestro Laurino) ed il volo terapeutico. Dal 2014 insegna regolarmente acroyoga e laboratori di circo presso Synergika ASD a Genova. Certificato livello II Acroyoga teacher in Messico nel 2015 con Acroyoga.org sta dedicando gran parte del suo tempo, studio e allenamento all’insegnamento delle Immersion!
Fa parte del Be Water team, in qualità di insegnante acroyoga, grafico e organizzatore.

Info
9-10 maggio, dalle 18:30 alle 20:30
Tenda MagdaClan, Bologna, Parco di Villa Angeletti
minimo iscritti 8 / massimo iscritti 14
COSTO: 30€+15€ tessera associativa


 

Nuova Aria. Percorso di riscoperta delle proprie risorse nell’aria – 14-15 maggio – Suonny Space

con Giorgia Russo

Nuova Aria è un corso suddiviso in 2 appuntamenti focalizzati all’approfondimento di un qualsiasi attrezzo aereo attraverso un lavoro estremamente fisico basato sulla metafora degli opposti: dalla nascita alla morte, dalla distruzione alla costruzione, dall’aria alla terra, dall’ordine al caos e da su a giù.
Il punto di partenza è il bagaglio tecnico e artistico costruito fino a quel momento e che il singolo analizzerà, a riconoscerà e a catalogherà. Si passerà alla fase di consapevolezza, quella in cui ognuno sceglierà liberamente cosa lasciare andare e cosa prendere di nuovo e di più adatto alla propria personalità e fisicità, fino alla costruzione di una composizione sull’attrezzo il più sincera possibile, epurata da fronzoli e dogmi.
E’ rivolto a chiunque abbia una discreta confidenza con l’attrezzo e abbia voglia di respirare aria nuova.

Giorgia Russo
Giorgia nasce nel 1983 “nel quartiere dove il sole del buon dio non dà i suoi raggi” sotto il segno dello Scorpione. Segno conscio del suo valore possiede un intuito profondo ed è un abile conoscitore dell’animo umano, sapendo penetrare sotto l’apparenza e individuare i lati deboli altrui. Non si limita ad essere un attento osservatore, ma analizza tutti i dettagli e, se non capisce, agisce, non si limita ad essere un attento osservatore, ma analizza tutti i dettagli e, se non capisce, agisce, stuzzica, mette alla prova e provoca. A volte questo lavorìo cerebrale può rivolgerglisi contro e diventare la stessa vittima delle sue contorsioni mentali. Lo Scorpione tende alla distruzione, che è anche autodistruzione, necessaria al segno per ricostruire, rinascere e far rinascere sentimenti e situazioni a nuova vita. Il circo è la metafora concreta della poesia della sua vita da alcuni anni ormai. Studia presso la Scuola di Circo Flic di Torino, specializzandosi in acrobazie aeree. Prima della sua avventura con la compagnia MagdaClan è fondatrice della compagnia di circo Adele Randello nel 2012 con la quale crea lo spettacolo “Sincope” .

Info
14-15 maggio, dalle 11:00 alle 14:30
Suonny Space, Bologna, via Michelino 93/2B
minimo iscritti 8 / massimo iscritti 14
COSTO: 80€+15€ tessera associativa


 

Equilibrismo su sfera – 16-17-18 maggio – Spazio Eco

con Alessandro Maida

Si affronteranno le basi tecniche della sfera e i principi di spostamento, rotazione, salita, discesa e stop.
In seguito si inizierà un percorso di ricerca finalizzato a scoprire il proprio modo di approcciarsi alla rotondità dell’oggetto e alla costruzione di una sequenza.

Alessandro Maida
Alessandro coltiva il proprio rapporto con il movimento sin dalla più tenera età attraverso numerose discipline sportive. L’inclinazione all’ironia istrionica tipica del “buffone” lo avvicina prima alla giocoleria e poi alle arti sceniche e alle discipline circensi.
Diplomato presso la scuola di circo Flic di Torino e l’Esac di Bruxelles, Alessandro Maida è figlio del metodo sull’attore di circo di Roberto Magro, negli anni arricchisce la sua esperienza artistica formandosi in stage ed esperienze artistiche con Les Slovaks, Roberto Olivan, Stephan Sing, Firenza Guidi (No Fit State Circus) e Frank Dinet (Samovar, Ecole de Clown). Nel 2010 vince, con il suo “Dieu me doit des explications” il premio del pubblico al festival “Pistes de Lancement” di Bruxelles. Nel 2011 entra a far parte del progetto dell’Espace Catastrophe di Bruxelles “Complicité” , uno spettacolo dove artisti professionisti incontrano dei ragazzi disabili mentali. Il suo talento emerge però insieme a Maxime Pythoud con il quale fonda la compagnia Circoncentrique, che, con lo spettacolo Respire compie più di 200 repliche in tutto il mondo. E’ cofondatore nel 2012 del circo MagdaClan, con il quale crea gli spettacoli “ERA, Sonetto per un clown” e “Extra_Vagante” e con cui promuove e diffonde la cultura del circo contemporaneo in Italia.

Info
16-17-18 maggio, dalle 14 alle 17
Spazio Eco, Casalecchio di Reno, via dei mille 26
minimo iscritti 8 / massimo iscritti 12
COSTO: 80€+15€ tessera associativa


 

Laboratorio di Costruzione di Maschere in Cuoio – 21-22-23-24-25-26 maggio – Spazio Graf

con Giorgio De Marchi, Alessandra Ceccarelli, Federico Gargagliano

Laboratorio intensivo di 5 giorni, circa 35 ore, sulla costruzione della maschera in cuoio Ogni allievo alla fine del percorso avrà concretato una maschera in cuoio, un calco , una maschera bianca e un proprio viaggio all’interno di quel patrimonio culturale che è la commedia dell’arte e il teatro in maschera.
Le finalità principali saranno un’attenta e meticolosa osservanza del mestiere dell’artigiano, una ricerca verso il mondo del teatro d’immagine e un’azione rivolta verso il concetto di qualità.

Giorgio De Marchi
Si dedica alle maschere di teatro: ne compone le parti, che possono ridursi alla sola zona degli occhi e del naso, o alla bocca e al mento, per rendere più efficace la parola coordinandola con un determinato muoversi del viso o ancora una fissità emblematica sospesa su labbra dischiuse, viene a rendere l’inquietudine di una situazione di mistero. Studia il carattere del personaggio e ne esalta la forza espressiva con la riduzione e la sovrapposizione dei tratti somatici. La maschera riappare così nel suo significato antico, addizionato di moderne concezioni psicologiche che possono conferire al teatro una peculiare novità di risultati.

Alessandra Ceccarelli
Inizia la sua ricerca verso il popolare e il grottesco assieme alla compagnia teatrale “I commedianti di Urbino”, attraverso lo studio del buffone e del clown. Dal 2003 al 2006 lavora col gruppo Fucinafole. Due anni più tardi fonderà all’ass. cult. “Circateatro”. Attraverso la poetica del semplice e del popolare continua un itinerario teatrale alla scoperta della propria anima in uno stato di disponibilità creativa e vulnerabilità che permette all’attore di giocare con la fantasia del bambino ed il rigore e la disciplina dell’adulto. Attualmente lavora con l’ass. Circateatro

Federico Gargagliano
Avvia il suo percorso artistico nella calli e nei campi della sua città: Venezia. In questa rilegge l’antico spirito della gente e del popolo, attivandosi in una ricerca verso un immaginario comune. Questa tensione lo porta all’incontro con varie personalità sia del teatro sia dell’Arte di strada, attraverso brevi formazioni presso Marcel Marceau, Philipe Radice,Sandra Cavallini e alla partecipazioni a feste popolari e medioevali. Per 3 anni lavora col gruppo Fucinafole, nel 2005 fonda l’ass. cult. “Circateatro” e nel 2006 presenta la tesi di laurea in conservazione dei beni culturali “Manuale minimo sull’arte della maschera in cuoio”. Attualmente lavora con l’ass Circateatro in tutte le piazze d’Italia.

Info
21-22-23-24-25-26 maggio dalle 10 alle 18
Spazio Graf, Bologna, piazza Spadolini 3
minimo iscritti 7 / massimo iscritti 10
COSTO: 300€+15€ tessera associativa


 

Bolle di sapone – 30-31 Maggio – Spazio Eco

Con Mariano Guz e Egle Sciarappa

Da sempre le bolle di sapone affascinano grandi e piccini per la loro magica bellezza, per la perfezione e trasparenza.
come fare bolle piccole, medie e giganti.
utilizzare i tubi, i cerchi e le corde.
si posono fare bolle con le mani?
creazione di sculture con le bolle.
come si deve soffiare.
differenze tra bolle all´aperto o al chiuso.
dove giocare con le bolle.
ricetta basica per fare bolle a casa.
Metteremo a disposizione la nostra formula di sapone frutto di anni di esperimenti che garantirá il successo degli allievi.
Ai partecipanti al laboratorio verrà regalato un kit per giocare con le bolle in casa.

Mariano Guz
Dal 1996 ha creato spettacoli di teatro, circo, musica, bolle di sapone e magia con grandi contenuti di umore. Produttore e direttore dello spazio culturale “La Plaza de las Artes”, creatore di vari festival internazionali come: “Humor Madrid”, “Magia a la vista”, “La Plaza Màgica”.

Egle Sciarappa
Si dedica da circa quindici anni allo spettacolo, cominciando con la danza e continuando con l’arte circense, il teatro fisico, l’umorismo, la musica e la magia.

Info
30-31 maggio, dalle 17 alle 19
Spazio Eco, Casalecchio di Reno, via dei mille 26
minimo iscritti 8 / massimo iscritti 16
COSTO: 35€+15€ tessera associativa


 

Clown, identità comica del corpo – 6-7-8 giugno – Spazio Eco

con André Casaca

L’identità comica del corpo, il Clown , si basa sullo studio e l’identificazione del nostro essere comico in relazione alla gestualità quotidiana.
Il corpo come strumento e nucleo di ricerca della “stupidità personale”. Si tratta di ritrovare la semplicità che è già presente nel modo naturale di essere comico. La comunicazione in questo modo avviene sulla sfera elementare. Al pubblico non interessa sapere ciò che penso mentre compio un’ azione, ma interessa piuttosto poter gustare la sua autenticità gestuale. A quel punto la comicità diventa una conseguenza della propria capacità di essere “stupidi” nello stupirsi. È un seminario pratico che dà ai partecipanti gli strumenti per sviluppare le proprie capacità comico-espressive. Attraverso la ricerca dell’identità personale nell’espressività comico-corporea si alterano i registri convenzionali, favorendo la maturazione del movimento e stimolando l’allievo alla costante necessità di scoprirsi in quanto artigiano di se stesso. Il movimento è affrontato come un’attitudine necessaria che dà vita al gesto. Il corpo come un recipiente, pronto ad accogliere, elaborare e trasformare gli impulsi che ci arrivano dall’esterno. Il corpo in quanto nucleo di partenza dell’espressività teatrale e di conseguenza il sostegno del suono, della voce e del testo.

André Casaca
Casaca è uno dei maggiori professionisti del teatro corporeo e clown sul territorio italiano. Attore, Ricercatore Teatrale, Clown, Regista, ideatore del metodo “Educazione comico – relazionale”. Si dedica al teatro da più di 23 anni, il suo metodo artistico e pedagogico é riconosciuto in Italia e all’estero, nel campo della formazione teatrale e universitario. E’ Direttore Artistico e Pedagogico del Centro Culturale Teatro C’art e collabora con le maggiori Scuole di Teatro professionali nazionali.

Info
6-7-8 giugno dalle 10 alle 15
Spazio Eco, Casalecchio di Reno, via dei mille 26
minimo iscritti 8 / massimo iscritti 14
COSTO: 120€+15€ tessera associativa


 


Appuntamento alla prossima edizione.